VISUALIZZA sulla mappa:

Home Page » Monitoraggio Opere » Settori » Nodo stradale di Milano: potenziamento strada provinciale Cassanese
Stampa pagina

Nodo stradale di Milano: potenziamento strada provinciale Cassanese

ultimo aggiornamento: 14/01/2016
settore: Viabilità

Descrizione Progetto

La SP 103 Cassanese si identifica come percorso di uscita da Milano (Lambrate), collegato con la tangenziale est, verso la Provincia di Bergamo. Il progetto di potenziamento prevede 4 corsie per due carreggiate, in trincea nel territorio di Pioltello, da Segrate fino all'incrocio con la SP 39 della Cerca e con la futura tangenziale est esterna di Milano.

Soggetti coinvolti

Regione Lombardia, Provincia di Milano, Rete Ferroviaria Italiana, Comune di Milano, Società Autostrade Serravalle-Milano Tangenziali, Comuni di Segrate e di Pioltello, Società Brebemi

Cronoprogramma

2008
2016
2017
in ritardo

Dettagli prossima fase

Avvio lavori per il potenziamento dell'accesso al terminal intermodale di Segrate.

Copertura finanziaria

  • Disponibili 186 Milioni di €
  • Non ancora disponibili 120 Milioni di €

Stato di avanzamento del progetto

Stato Progettazione

Lavori in corso

Progettazione

Gli interventi riguardano:

1) il potenziamento degli svincoli di Lambrate, di cui sono state aperte due rampe tra novembre e dicembre 2012 e 4 rampe nel corso del 2013, mentre nel mese di aprile 2014 si è proceduto alla completa apertura dello svincolo nella nuova configurazione finale;

2) il potenziamento dell’accesso al terminal intermodale di Segrate, con la variante sulla Cassanese (1,3 km prevalentemente in trincea che connettono lo svincolo di Lambrate della tangenziale Est al terminal di Segrate), i cui lavori sono interrotti a causa dell’innalzamento della falda. In conseguenza di ciò nel 2013 sono state approvate la perizia di variante tecnica e l’integrazione al progetto, e nel 2014 è stato individuato in via provvisoria il raggruppamento aggiudicatario per la realizzazione degli interventi. Nell’agosto 2015 il CIPE ha approvato il piano economico e finanziario della Società Serravalle con il quale viene confermato l’intervento a suo carico. Si è in attesa della registrazione della delibera del CIPE alla Corte dei Conti e della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale al fine di emanare il decreto interministeriale che consente di dare efficacia al piano e necessario per poter procedere con l’aggiudicazione definitiva della gara e la consegna dei lavori.

3) il raddoppio della tratta da Segrate a Pioltello, per il quale il 25 febbraio 2009 Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Segrate e Gruppo Immobiliare IBP hanno sottoscritto un accordo di programma che prevede da un lato lo sviluppo immobiliare dell'area ex-dogana a Segrate e di altre aree in prossimità della Rivoltana e dell'aeroporto di Linate, dall'altro la realizzazione del secondo lotto della Cassanese, nonchè il potenziamento della Rivoltana. Il progetto è stato approvato con prescrizioni dal CIPE l’8 agosto 2013 e la relativa delibera è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 15 gennaio 2014. Alla fine del 2015 l’intervento risultava bloccato e, fintanto che non verrà avviata la tratta che riguarda l’accesso al terminal di Segrate, lo sviluppatore immobiliare che finanzierà l’intervento (120 milioni complessivi di cui 85 milioni direttamente e 35 come anticipo dei finanziamenti degli enti locali) non procederà a sottoscrivere le fideiussioni bancarie necessarie per procedere con la gara d’appalto integrato da parte della Città Metropolitana di Milano

4) il raddoppio della tratta da Pioltello a Melzo, intervento a carico del concessionario della nuova autostrada Brescia-Milano (Brebemi), i cui lavori, iniziati nel 2011, sono stati ultimati alla fine del 2014.

Costo dell'Opera

306.000.000

Dettaglio Costi

45 milioni è il costo degli svincoli di Lambrate.

68 milioni è il costo della tratta di accesso al terminal intermodale di Segrate

120 milioni è il costo della tratta Segrate-Pioltello

73 milioni è il costo del potenziamento Pioltello-Melzo.

Finanziamenti disponibili

186.000.000

Criticità

Finanziarie

Tratta Segrate-Pioltello: rimane da sciogliere il nodo delle fideiussioni bancarie presentate dallo sviluppatore immobiliare che finanzierà l’intervento (120 milioni complessivi di cui 85 milioni direttamente e 35 come anticipo dei finanziamenti degli enti locali) prima di poter procedere con la gara d’appalto integrato da parte della Provincia di Milano (ora Città Metropolitana di Milano);